Quale isola delle Hawaii scegliere? L’isola migliore in base a chi siete e al momento che vivete

Le Hawaii meta da sogno. A quali immagini la collegate?

Iniziamo da qui per stabilire qual è la “vostra” isola.

Dal vostro collage, dal vostro puzzle mentale di questa destinazione.

Anzi, prendete carta e penna e buttate giù una mappa delle prime 5 parole che vi vengono in mente pensando alle Hawaii. Sarà la vostra bussola per capire cosa vi aspettate dal viaggio. A volte, il mio lavoro di consulente viaggio sta proprio nel sovrapporre le aspettative del cliente con la realtà del Paese: non c’è niente di più disastroso che partire con una conoscenza e, quindi, un’aspettativa errata o troppo personale per rovinarsi un viaggio in cui si investe molto, in termini di tempo, di risorse economiche, di attese emotive.

La mia bussola era: mare, avventura, viaggi di nozze (non il mio), lontano e surf.

Partiamo, quindi, dalla vostra bussola personale per identificare quale isola delle Hawaii scegliere per voi stessi.

 

Le isole delle Hawaii.

Le Hawaii sono uno dei 50 Stati USA. Si tratta di un arcipelago al largo del Pacifico, costituito da 8 isole principali e da una serie di isolotti minori e atolli.

Ecco le principali:

  1. Niihau
  2. Kauai
  3. Oahu
  4. Molokai
  5. Lanai
  6. Kahoolawe
  7. Maui
  8. l’isola di Hawaii (o Big Island)

 

Ohau, l’isola culturale

Partiamo da quella che sarà probabilmente la vostra porta di accesso, visto che la maggior parte dei voli intercontinentali arriva a Honolulu, la capitale dell’arcipelago.

Ohau è famosa per la spiaggia di Waikiki (che io associo sempre alle capannine del gioco da tavolo di “Hotel”), la zona in cui si concentrano i principali hotel, ristoranti e negozi griffati dell’arcipelago.

Per gli amanti delle visite storico – culturali, questo è il luogo del palazzo reale, dei musei e del porto di Pearl Harbor.

 

I consigli della Travel Terapista per Ohau

A chi è adatta Ohau?

  • A chi non riesce a rinunciare ad abbinare anche una visita culturale ai suoi viaggi
  • Alle famiglie con Bambini, che qui troveranno ogni genere di servizi e negozi
  • Alla ragazze in viaggio da sole: Ohau è l’unica isola che è totalmente visitabile e girabile con mezzi pubblici. Se quindi non volete per forza affittare un’auto o appoggiarvi a dei tour/gruppi organizzati, Ohau fa al caso vostro, anche per quanto riguarda il tema “sicurezza in viaggio”. Io ci ho soggiornato per una settimana e l’ho girata per bene.
  • A chi ama “farsi vedere”: la passeggiata sul lungo mare di Waikiki è il top per essere al centro dell’attenzione e farsi ammirare, visto che le altre isole sono meno abitate
  • A chi è un “Milanese Imbruttito” e teme la noia: non so se conoscete il personaggio del “Milanese Imbruttito” che circola su Facebook. Si tratta comunque dello stereotipo dell’iper produttivo, colui che fa tutto di corsa, è dinamico e non si ferma mai. Se temete la noia, se avete problemi a “fermarvi”, se siete votati al “doverismo”, partite da qui, le altre isole potrebbero essere “troppo” per voi  😊

Isola di Hawaii (Big Island): l’isola che ribolle

Big Island, è, come dice il nome, l’isola più grande. E’ decisamente l’isola dei vulcani: ce ne sono ben 5 in superficie, alcuni dei quali continuano a produrre materiale lavico. E’ la terra (piovosa) delle vallate e della foresta pluviale. Ospita la suggestiva cittadina di Kailua – Kona e Waimea, la patria dei Cow Boy Hawaiani.quale isola delle hawaii scegliere

I consigli della Travel Terapista per Big Island

A chi è adatta Big Island?

  • A chi ha bisogno di sbollire la rabbia: sarete faccia a faccia con la raffigurazione visiva di quello che vi bolle dentro. Prendetevi il tempo per chiedervi: da dove ha origine questo “magma”? cosa vi sta dicendo? Come faccio a farlo uscire in mare come accade sull’Isola?
  • A chi è in continuo fermento: come detto sopra, il continuo ribollire dell’isola, è anche esplosione di cambiamenti ed energia. Ricaricatevi qui e pensate a come mettere a frutto il vostro fermento anche un volta lasciate le Hawaii
  • A chi ama l’avventura e ha bisogno di forti emozioni (trovarsi a vedere la lava che erutta non è cosa da poco)

 

Maui: l’isola della bellezza

Maui è l’isola delle spiagge immense, delle ville nascoste e dei paesaggi, primi fra tutti quelli che si vedono lungo la famosa strada per Hana.

quale isola delle hawaii scegliere

I consigli della Travel Terapista per Maui

A chi è adatta Maui?

  • A chi ha bisogno di relax: con le sue innumerevoli spiagge non c’è bisogno di muoversi molto per trovare il proprio angolo di paradiso
  • A chi ha bisogno di cure e di sentirsi amato: non parlo delle attenzioni di qualcuno, una pausa qui è sufficiente per sentirsi al centro delle attenzioni di una terra così bella che si offre in maniera benefica per addolcire pene e malumori
  • Alle famiglie: affittate un appartamento super accessoriato vicino alla spiaggia di Napili, perfetta per i bambini
  • A chi è sereno e sta bene con se stesso e che, rispetto al punto due, è in grado di perdersi nella bellezza dell’isola e di viverla appieno

 

Kauai, l’isola selvaggia

Rispetto alle tre altre isole citate in precedenza, Kauai è quella meno sviluppata turisticamente. Racchiude paesaggi mozzafiato, ma anche in parte inaccessibili, se non via mare o in volo.

 

I consigli della Travel Terapista per Kauai

A chi è adatta Kauai?

 

  • A chi non ama le cose semplici: muoversi a Kauai può essere impervio e complicato
  • A chi vuole “tutto”: non sei uno che si accontenta? Sei uno di quelli che non sa scegliere davanti alle alternative? A Kauai trovi tutto: deserti, vulcani, spiagge e foreste pluviali
  • A chi è stato deluso dagli altri: vuoi fare una pausa dai tuoi “simili”? Rifugiati qui, avrai a che fare con poche persone e sarai assorbito dalla forza della natura

 

Molokai, l’sola sostenibile

Molokai, anni addietro, si stava votando al turismo, ma un movimento interno ha bloccato l’espansione di alberghi e attività turistiche. Qui la vita scorre placida e tranquilla, l’impatto turistico è tenuto sotto controllo e l’isola si è piazzata al decimo posto  nel 2007 in una classifica sulle isole più sostenibili secondo  la rivista  National Geographic Traveler ed il  National Geographic Center for Sustainable Destinations

 

I consigli della Travel Terapista per Molokai

A chi è adatta Molokai?

  • A chi ha il terrore di cambiamenti
  • Ai nostalgici del “tempo che fu”
  • A chi deve rallentare in una vita frenetica (e rispetto al caso di Oahu si sente pronto a provare e farlo)

 

Lanai, la gemellina di Molokai

Si tratta dell’isola gemella di Molokai, divisa da questa ultima solo dal Kalohi Channel.  E’ di proprietà di Larry Ellison, il patron dell’azienda Oracle.

 

I consigli della Travel Terapista per Lanai

A chi è adatta Lanai?

A chi è (o vuole fare) il miliardario. L’isola si caratterizza per un turismo d’elite, esclusivo e dispendioso.


 

Niihau, l’isola privata

Si tratta di un’isola privata,  per lo più inaccessibile al turismo.

Gli accessi sono infatti regolati  dalla famiglia dei proprietari, che non consentono il pernottamento sull’isola.


 

Kahoolawe, l’isola “Riserva”

Anche Kahoolawe è inaccessibile al turismo fai da te o organizzato. Si tratta di una riserva protetta e, pertanto, è possibile andarci solo se avete voglia di lavorare e di mettervi alla prova come volontari nelle attività di conservazione.  Qui maggiori info su alcune organizzazioni di volontariato 

 

Verso quale isola vi sentite attirati?

Ci siete già stati? Qual è stata la “vostra” isola?

Autore dell'articolo: Valeinviaggio