visitare-le-cantine-sudafrica

Visitare le cantine in Sudafrica: le recensioni delle aziende vinicole da me provate (per chi ha bisogno di bellezza).

Il Sudafrica è il settimo Paese per produzione di vino al mondo e si sta affacciando preponderantemente sul mercato mondiale.

Tra le cose da vedere a Cape Town e dintorni, non può mancare una giornata da passare nelle Winelands, le bellissime valli costeggiate da vigneti e da tenute.

Il fulcro è costituito dall’area intorno alla cittadina dai tratti olandesi di Stellenbosch e alla vicina, e più “Francese”, Franschhoek.

Anche per coloro che non sono esperti o amanti di vino, questa escursione giornaliera da Cape Town (la distanza è di soli 35 km) ha il suo perché.

Le tenute sono piuttosto diverse dalle cantine a cui siamo abituati in Italia: si tratta di cottage o edifici lussuosi, dai dettagli curati e di tendenza, spesso in posizioni che offrono meravigliosi panorami.

Molti di questi offrono, oltre alla vendita e alle tradizionali degustazioni di vino, ristoranti e SPA. Insomma il mio consiglio è di “perdervi” per le strade e di fermarvi all’insegna o alla tenuta che più vi ispira: anche l’occhio vuole la sua parte e, da queste parti, non sarà scontentato.

Salvo diversa indicazione, sono tutte visitabili con degustazioni a pagamento.

In questo post vi recensisco quelle che ho visto io. Sono tutte piuttosto diverse l’una dall’altra, si passa dalla piccola casa di montagna in mezzo ai fiori, a una grande tenuta in stile olandese che riporta indietro a secoli fa a una villa di lusso con pianista elegante che allieta le degustazioni. Insomma ce n’è per tutti i gusti.

Le degustazioni sono a buon mercato: 2 o 3 euro per bicchiere. L’unico inconveniente è che, a parte pochi casi, non vi è l’usanza di portare stuzzichini ad accompagnare. Per evitare che il tasso alcolemico salga troppo, potete, comunque, in molte di queste strutture, ordinare taglieri di formaggi o piatti per accompagnare le bevute.

 

Quali sono i vini sudafricani?

Potrete trovare sia vini bianchi sia rossi.

Tra i bianchi i più diffusi sono lo Chardonnay e il Sauvignon Blanc.

Tra i rossi dominano Cabernet Sauvignon, Merlot, Shiraz, Pinot nero e Pinotage (una varietà esclusiva del Sudafrica).

 

Recensioni delle cantine Sudafricane

Delle 4 da me visitate, 3 sono in zona Stellenbosch e l’ultima a Franschhoek.

Consiglio anche di inframmezzare la visita delle cantine con un giro per il centro di Stellenbosch, con le sue storiche case bianche. Qui troverete anche bar e ristoranti per rifocillarvi.

Io ho effettuato l’escursione con auto a noleggio. Sono presenti ovviamente molte agenzie che offrono tour organizzati da Cape Town (anche se a mio avviso si perde un po’ la magia di andare a zonzo e fermarsi quando si è attratti da una tenuta o dalla sua posizione o dai suoi giardini),

 

 

1) UVA MIRA

http://uvamira.com

Si tratta di una piccola tenuta, che domina l’intera vallata. E’ forse il contesto che mi è rimasto più nel cuore e nella mente: una sala dai colori del legno, un camino acceso e vetrate sul verde circostante.

Potrete avere una selezione di 3 bicchieri per 50 rand (attualmente 3,5 euro)

visitare-le-cantine-sudafrica

visitare-le-cantine-sudafrica

2)  NEETHLINGSHOF

https://neethlingshof.co.za

L’entrata a questa tenuta vale già la visita: un lunghissimo viale alberato vi porterà a un edificio degli inizi dell’Ottocento.

Provate il “Flash Food”: una degustazione in progressione di 5 vini, accompagnati da alcuni piattini di finger food pensati per esaltare al massimo il vino a cui sono abbinati (100 RAND)

Mi ricordo con piacere ancora il loro fantastico Malbec.

visitare-le-cantine-sudafrica

 

3) DELAIRE GRAFF ESTATE

http://www.delaire.co.za

 

Si tratta di un salto nel lusso. La tenuta ospita anche un lodge e una spa.

La sala di degustazione e l’ingresso sono praticamente delle gallerie d’arte.

L’ambiente è molto “stilish” e raffinato.

Godetevi per un’ora la vostra degustazione a fianco di un pianoforte a coda e di un pianista che suona per voi.

visitare-le-cantine-in-sudafrica

4) MONT ROCHELLE

(a Franschhoek, a circa 3,5 km da Stellenbosch)

http://www.virginlimitededition.com/en/mont-rochelle

Ho dei piacevolissimi ricordi di questo posto: un cottage dallo stile rurale, gestito da una simpatica donna di colore.

Oggi è stato acquisito dalla Virgin e trasformato in un lodge di lusso. Di grande fascino, ma forse ha perso quel profumo di radici e autenticità che lo contraddistingueva.

Rimane comunque una struttura ubicata in una posizione invidiabile e di assoluta bellezza

visitare-le-cantine-in-sudafrica



Il consiglio della “Travel terapista”:

Visitare le cantine in Sudafrica per ritrovare la bellezza e riscoprire i 5 sensi.

 

“La bellezza salverà il mondo” diceva il principe Myškin ne L’idiota di Dostoevskij. Anche senza aver aspirazioni così elevate, è indubbio che la bellezza aiuti nei momenti di crisi. E in questa regione del Sudafrica la bellezza è ovunque.

Se si sta vivendo un momento buio, ricorrere al piacere dei 5 sensi è di aiuto.

Anche alle coppie in crisi, spesso si consiglia di “tornare al bello”, di condividere momenti di bellezza (una cena, una mostra, un concerto), per ritrovare la complicità e il piacere della quotidianità.

Un viaggio in Sudafrica (tra i vigneti, le tenute, i paesaggi e l’intensa savana) è un invito a “essere egoisti” per una volta e a coccolarsi circondati da cose belle.

Autore dell'articolo: Valeinviaggio