guidare in sudafrica

Veri viaggiatori: è meglio viaggiare in auto o con i mezzi locali?

Tutte le volte che mi accingo a iniziare a programmare un nuovo viaggio (la parte per me più bella dell’intero viaggio) mi ritrovo a riflettere sulla solita diatriba: mi muovo con bus e taxi o faccio un viaggio on the road noleggiando un auto?

Nei vari gruppi e forum di Viaggiatori, ci sono varie filosofie: c’è chi dice che il vero viaggiatore è quello zaino in spalla che fa su e giù da bus pieni zeppi di passeggeri, c’è chi ama la libertà di un vero viaggio sulla strada.

Io me ne infischio solitamente delle Etichette “Vero Viaggiatore” e credo che viaggiare sia liberatorio e arricchente e ognuna debba farlo in base alle sue esigenze e preferenze. C’è chi odia guidare, c’è chi già passa l’intero anno lavorativo in tangenziale, c’è chi odia essere legato agli orari dei mezzi.

Ci sono però delle condizioni e delle destinazioni che, secondo me, sono più o meno “adatte” a una delle due filosofie.

Viaggio con bambini

Sempre più  i bambini, anche molto piccoli, stanno diventando dei veri viaggiatori. Per ragioni di sicurezza (basti pensare alla possibilità di avere un seggiolino auto) e di tempi (possibilità di fermarsi quando si vuole per pausa pipì e merenda) l’auto è spesso la scelta preferita dalle famiglie

 

Viaggi con tempi serrati

Se si hanno pochi giorni a disposizione ma si vuole visitare il più possibile, è indubbio che l’auto “acceleri” i tempi. I bus, soprattutto nei Paesi dell’America Latina, sono  molto folkloristici e consentono di stare a contatto con la popolazione: è vero, però,  che sai quando parti ma non sai quando arrivi! Le fermate sono quasi inesistenti: in Colombia gli autisti si fermano a far scendere i passeggeri a “richiesta” quindi anche vicino a casa loro… è inutile dire che il tragitto si allunga.

 

In America Latina i bus, anche per le alte percorrenze, la fanno da padroni. Ho viaggiato in Perù spostandomi con la Cruz del Sur che collega le città principali e fa anche corse notturne con bus “cama” che si trasformano in veri posti letto con tanto di tv a bordo e servizio hostess per la cena. Anche gli ADO sono comodissimi per muoversi in Messico, nelle zone dello Yucatan e della Riviera Maya.

Ci sono però dei Paesi che non possono essere visitati senza auto.

Namibia

La Namibia è uno dei Paesi meno densamente popolati del mondo. Ci sono pochissime città e molte regioni desertiche: non esiste una rete di trasporti locali come in Africa Centrale…  Come si muove la popolazione? La popolazione semplicemente…non c’è:  nella zona Sud tra Kalahari, Fish River Canyon e Sossusvlei incontrerete difficilmente anima viva, oltre ai cavalli selvaggi, agli struzzi e ad antilopi, gazzelle e sciacalli!

Baja California

Questa parte di Messico, attaccata alla più “famosa” California Messicana, è piena di spiagge libere e calette nascoste. Anche in questo caso, l’assenza di mezzi pubblici obbliga a fare un viaggio on the road

 

Colombia: una scelta ibrida

La maggior parte dei turisti viaggiano con i mezzi e anche io ho fatto gran parte del viaggio così. I bus sono molto economici e collegano ogni piccolo paese (soprattutto nella zona andina). Nella scelta su come muoversi in Colombia, ho considerato anche l’auto. Ebbene sì: si può noleggiare anche qui, senza rischiare di essere “assaltati” (leggete il mio post e scoprirete che c’è ancora molta disinformazione sulla sicurezza in Colombia). Volevo andare in un week end, gli ultimi due giorni prima della partenza, a Villa de Leyva, passando però anche dalla Cattedrale di Sale che è proprio sulla strada. Non ce l’avrei fatta con i tempi con i mezzi (oltre al problema “deposito bagagli” durante la visita della Cattedrale) e ho noleggiato quindi un’auto a Bogotà che mi ha fatto vivere una bella esperienza (oltre ad avermi fatto scoprire anche una piccola tenuta vinicola poco al di fuori di Villa de Leyva).

E  in Europa?

Immaginate una vacanza in un’isola del Mediterraneo. Se le più piccole (esempio alcune isole Greche  o la Trendy Formentera) sono visitabili in scooter, una vacanza a Maiorca non può prescindere da un’auto se si vuole scoprire tutto quello che l’isola ha da offrire e si vuole godere appieno della sua bellezza. L’isola, con i suoi 3640 mq di estensione, ha oltre 100 spiagge. Non vale la pena appurare dal vivo quale è la vostra preferita, andando in auto ogni giorno in una spiaggia diversa?

Per il noleggio alle Canarie, la Goldcar è molto popolare e ha servizi innovativi, come il nuovo Key’n Go che consente di ritirare le chiavi dell’auto noleggiata senza passare per il bancone, risparmiando tempo ed evitando code.

 

Il punto di vista dei viaggiatori

E voi?  Siete viaggiatori da bus o da auto a noleggio? Qual è la vostra esperienza?

 

#in collaborazione con Goldcar

 

Autore dell'articolo: Valeinviaggio