cascate più belle del mondo

Le cascate più belle del mondo da vedere una volta nella vita.

Le cascate mi hanno sempre affascinato: la potenza dell’acqua, il fragore della caduta, la spuma che sale.

Forse non è un caso quindi che, nei miei vari viaggi, non me le sia mai fatte scappare.

Oggi ve ne propongo 3 che sono tra quelle che, generalmente, per vari  motivi vengono considerate tra le più belle al mondo.

Le 3 cascate segnano anche, in tutti e tre i casi, il confine tra due Stati.

Il mio consiglio per tutte è di cercare di ritagliarsi il tempo per ammirarle da entrambi i lati, visto che la prospettiva è assolutamente differente e le formalità doganali per passare da uno Stato all’altro sono piuttosto facili e rapide.

Iniziamo con quelle che sono considerate le più larghe al mondo e con quelle che ho visitato appena due settimane fa: le straordinarie Cascate Vittoria.

1) Le Cascate Vittoria: il fumo che tuona.cascate più belle del mondo

Paesi: si trovano tra Zimbabwe  e Zambia, ma a pochi chilometri dal confine con il Botswana.

Caratteristiche: formate dallo Zambesi che cade in un profondo crepaccio, sono considerate le più larghe al mondo, dal momento che hanno un fronte lungo un chilometro e mezzo.

Come organizzare la visita:  è possibile cercare dei voli per Victoria Falls (in Zimbabwe) o per Livingstone (in Zambia). Leggi anche l’articolo su come visitare le Cascate Vittoria.

Visti e formalità doganali: se prevedete di visitare le cascate da entrambi i lati, esiste un visto unico per i due Paesi  (che si può fare all’arrivo in uno dei due Stati) del costo di 50 dollari. E’ possibile attraversare la frontiera a piedi, attraverso il ponte Victoria Falls. I taxi non possono passare da un lato all’altro.

Costi di ingresso: la visita al Parco dal lato dello Zimbabwe, che prevede un percorso più lungo, ha un costo di 30 dollari,  la visita al Parco Nazionale Mosi-oa-Tunya, sul lato dello Zambia, ha un costo di 20 dollari.

Differenze e caratteristiche della visita nei due differenti lati: il lato dello Zimbabwe offre un percorso che si snoda lungo tutto il fronte delle cascate e consente quindi differenti punti di vista. Dal  lato dello Zambia, invece, sarete completamente immersi (e lavati) dallaìe Cascate, perché il percorso pedonale passa a pochi metri dalle Cataratte

Periodo migliore per visitare le Cascate Vittoria

Da febbraio ad agosto. Il periodo febbraio-maggio  è quello in cui le cascate hanno la maggior portata, sebbene questo renda difficile fotografare alcune parti a causa degli alti spruzzi. Il periodo giugno – agosto offre delle cascate “meno ricche”, ma con la possibilità di vederle meglio e più da vicino. Sconsigliato il periodo ottobre – novembre, in cui le Cascate sono “al minimo” del loro splendore e della loro forza

 

2) Le Cascate di Iguazu: una delle sette meraviglie del mondo

cascate più belle del mondo

Paesi: si trovano tra Argentina e Brasile

Caratteristiche:  si tratta di un sistema di oltre 200 cascate. Famosissima è la Garganta del Diablo, sul lato argentino, profonda oltre 150 metri. E’ possibile anche arrivare in battello quasi ai piedi della cascata principale. Sono state elette tra le 7 meraviglie naturali del Mondo.

Come organizzare la visita:  si può arrivare a Foz do Iguaçu, situata nello Stato brasiliano del Paraná, o a Puerto Iguazú, in Argentina. Ci sono voli diretti sia da Buenos Aires sia da Rio de Janeiro. Per il lato Argentino consiglio una giornata intera, per il lato Brasiliano un paio di ore. Il cambio e il costo della vita rendono più conveniente pernottare in Argentina.

Visti e formalità doganali: non sono necessari visti per gli Italiani, né in Argentina né in Brasile, ci si può muovere da un lato all’altro agevolmente, sia con mezzi pubblici, sia in auto.

Costi di ingresso:  per il lato argentino il costo è di 600 peso (al cambio attuale circa 17 euro). L’ingresso al parco brasiliano costa 62 reais (circa 13 euro).

Differenze e caratteristiche della visita nei due differenti lati:  il lato argentino è più articolato e prevede differenti percorsi scenografici. Il parco è molto grande (c’è anche un trenino che unisce i punti principali). Qui inoltre potrete camminare sulla Garganta del Diablo. Sempre qui, inoltre, si può prendere l’imbarcazione per arrivare vicinissimi alle cascate. Il lato brasiliano, invece, consente di avere un colpo d’occhio globale su tutte le cascate.

Periodo migliore per visitare le Cascate di Iguazu

Da luglio a settembre l’umidità si attenua e la portata dell’acqua è ideale per visitare tutto il parco (nei mesi di massima portata infatti alcune passerelle potrebbero essere inagibili).

 

3) Le Cascate del Niagara: le più famose

cascate più belle del mondo

Paesi: si trovano tra USA e Canada

Caratteristiche:  non sono le più alte (solo 52 metri) ma il loro fronte (in particolare la parte chiamata “Ferro di Cavallo”) è concentrato, consentendo così un bel colpo d’occhio sull’intero complesso, costituito in realtà da tre cascate differenti. Sono anche le più sfruttate turisticamente e forse quelle che vale la pena vedere di sera per il gioco di luci.

Come organizzare la visita:  si trovano a circa un’ora e mezzo di strada da Toronto e a mezz’ora dalla città statunitense di Buffalo (collegata con voli interni alle principali città americane). Si può arrivare anche da New York, in auto o bus (circa 6 ore e mezza).

Visti e formalità doganali: nel caso si passi da USA a Canada tramite il Rainbow Bridge non è necessario fare in anticipo l’Eta (la procedura normalmente richiesta per entrare in Canada tramite aereo); allo stesso modo si può varcare il confine via terra dal Canada agli Stati Uniti senza aver fatto prima la procedura per l’ESTA. Non so tuttavia se ci siano procedure/controlli differenti per chi ha visitato e/o ha timbri dei seguenti Paesi: Iran, Iraq, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen. E’ consigliabile pertanto chiedere in anticipo alle autorità statunitensi.

Costi di ingresso:  è possibile vedere le Cascate gratuitamente da entrambi i lati. Le attrazioni, tra cui il giro in battello con il Maid of the Mist, sono a pagamento.

Differenze e caratteristiche della visita nei due differenti lati:  il lato Canadese è sicuramente quello più scenografico perché offre la vista della cascata chiamata “Ferro di Cavallo”. Vi sono battelli per tour in barca da entrambi i lati.

Periodo migliore per visitare le Cascate del Niagara

Da maggio a settembre, sia per il clima mite (gli inverni qui sono molto freddi) sia per la maggior portata d’acqua.

Vi sono comunque tante altre cascate, anche meno conosciute. Qui trovate una carrellata completa delle cascate più spettacolari. 



Il consiglio della “Travel terapista”:  “usa” le cascate per lavare via i pensieri negativi

Spesso capita che ci siano pensieri che ci tormentino. Che si tratti di una prova che ci aspetta, di una persona che ci preoccupa o di una figuraccia che abbiamo fatto, può succedere che ci siano pensieri particolarmente intrusivi, che ritornano durante la giornata, “succhiandoci” energia, concentrazione e calma.

Ecco un piccolo trucco per “lavarli via”:

  • Sedetevi comodi in un posto tranquillo e appartato.
  • Prendetevi il tempo di fare qualche respiro profondo, sentendo la vostra pancia che si alza e si abbassa
  • Definite la vostra preoccupazione con una sola parola (può essere “esame”, “colloquio”, un nome di una persona che è fonte di agitazione…); non c’è una parola giusta o sbagliata o “più o meno sensata”, scegliete la “vostra” parola, quella per voi più evocativa
  • Visualizzate la Vostra parola con chiare e grandi lettere, una separata dall’altra, sul limitare di una cascata
  • Osservate le lettere che una a una vengono trasportate in basso dalla forza delle Cascate e svaniscono tra i flutti

Questo piccolo esercizio di condizionamento della mente, ripetuto più volte durante il giorno, può rivelarsi efficace per dare uno “stop”, inconscio e figurato, al galoppare della nostra mente.

Autore dell'articolo: Valeinviaggio