travel blogger italiani

I travel blogger italiani più solari: Il Sunshine Blog Award

Appena prima di partire per il Nepal (di cui vi racconterò tutto a breve), ho ricevuto una gradita e inattesa sorpresa: sono stata nominata dalla fantastica Mimì di Spunti di Viaggio per il Sunshine Blog Award 2018 (so che ormai siamo nel 2019, ma ero in viaggio e non sono riuscita a scrivere e a pensare alle nomination!).

Conosco Mimì da un po’ di anni (sebbene ci siamo viste “fisicamente” solo una volta), dai tempi in cui era nota con il nickname di “Sciucran”, dai tempi in cui di blog ce n’erano pochi, ma eravamo comunque tutte e due attive sul web a parlare di viaggi. Facevamo entrambe parte della Community di Tripadvisor e davamo consigli come “Esperte Locali” per alcune destinazioni.

Cos’è il Sunshine Blog Award?

E’ un riconoscimento per quei blogger, che nello loro pagine trasmettono gioia e si caratterizzano per la loro creatività e positività. Si tratta di un premio per i blogger da parte di altri blogger e, io penso, una possibilità di scambio e condivisione, un’occasione per conoscere meglio altri blogger e un esempio del fatto che si può collaborare e condividere, piuttosto che sempre e solo “competere”.

 

Quali sono le regole del Sunshine Blog Award?

Ai blogger nominati è richiesto di scrivere un post e di:

  • Ringraziare la persona che li ha nominati, fornendo un link al suo blog
  • Rispondere alle 11 domande che il Blogger ha posto loro
  • Nominare altri 11 blogger che incarnano le caratteristiche evidenziate sopra, ponendo loro altre 11 nuove domande per conoscerli meglio
  • Informare i nominati sul contest, commentando uno dei loro post sul blog o coinvolgendoli sui Social
  • Elencare queste regole ed esporre il logo del premio (rappresentato dal sole) sul blog o all’interno del post.

Conosciamoci meglio: le mie risposte

Ecco le domande di Mimì di Spunti di Viaggio e le mie personali risposte.

 

1) Tu e il Tuo Blog. Ti va di parlarcene e di spiegarci qual è la molla che ti ha portato ad aprirlo?

Come vi ho raccontato, ho sempre parlato di viaggi sul web. Mi è sempre piaciuto dare consigli sui Viaggi, sia sui forum, sia agli amici. Dopo aver studiato un po’ meglio WordPress, dopo un bellissimo viaggio in Colombia, ho deciso di buttarmi anche io (non amo molto “espormi”).

 

2) Secondo te cosa è cambiato dal momento dell’apertura del tuo blog a oggi che ha segnato in modo consistente il tuo modo di scrivere e di rapportarsi sui Social?  Quanto tutto questo ha cambiato il tuo modo di scrivere?

Il processo è ancora in divenire. Sto imparando pian piano a uscire dall’ombra e a considerare le persone che incontro e con cui interagisco sui Social come degli amici/colleghi (anche se virtuali); per me è sempre stato difficile intessere solide relazioni attraverso un mezzo “non fisico” come il web, Facebook, i forum.

Non amo stare sotto i riflettori e sto sempre in osservazione “nel mio angolo”, anche sui Social. Sto imparando a buttarmi di più.

 

3) Cosa ti ha portato a scegliere la nicchia di settore di cui scrivere sul blog?

Le mie passioni… e il fatto di averne troppe. Sono anche Counselor e in realtà ho anche un altro blog (Autostima e Relazioni), che tratta di temi legati all’autostima, alla crescita personale e alla comunicazione. Diventava complicato gestire due blog e quindi sto man mano introducendo temi di Counseling, abbinandoli a una destinazione o a un viaggio, con i “Consigli della Travel Terapista”.

 

4) Cosa vuol dire per te Viaggiare?

Qui entra un gioco un’altra passione: quella per l’Intercultura e l’Antropologia. Per me viaggiare è “conoscenza” delle altre culture e scambio reciproco.

 

5 ) Quando inizi a programmare un viaggio, quanto hanno importanza per te le scelte compatibili con l’Ambiente? E nelle varie fasi del viaggio, come le attui?

Più che ai temi di sostenibilità ambientale, sono più attenta ai temi di Sostenibilità “turistica, umana e sociale”, anche se molto spesso poi le due tematiche vanno di pari passo.

In un’ottica di turismo sostenibile e responsabile cerco di prediligere strutture e servizi gestiti dalla popolazione locale e cerco sempre di inserire almeno un’attività o in soggiorno in Homestay o a stretto contatto con progetti di Cooperazione o legati a ONG.

 

6) Fra i Paesi che hai visitato in quali torneresti subito e perché?

Non mi basta la pagina!

Cuba: per l’atmosfera contagiosa e perché “il primo viaggio non si scorda mai”

New York: perché ci ho passato tanto tempo da sola, in un momento particolare di riflessione e di cambiamento

Nepal: perché l’ultimo viaggio ti rimane fresco nel cuore

 

7) Indimenticabile – A quale delle destinazioni da te visitate attribuiresti tale termine e perché?

Namibia, per gli spazi immensi e i colori di un’intensità abbagliante. Il deserto del Kalahari e il rosso delle dune del Sossusvlei sono ricordi indelebili.

 

8) Ami viaggiare più da sola o in compagnia?

Da un po’ di tempo ho fatto esperienza di viaggi da sola e …non ne posso fare più a meno. Sono stati uno degli strumenti di crescita personale e di rafforzamento dell’Autostima più potenti tra tutti quelli che ho sperimentato nella mia vita! Per questo ho deciso di occuparmi anche di Travel Coaching e di supportare donne come me, con percorsi per sostenerle nelle paure  dei primi viaggi da sole.

Amo questo mix: viaggi da sola, alternati con viaggi di coppia.

 

9) Travel, Food, Family, Fashion Blogger: a quali di questi settore ti senti di appartenere?

Assolutamente la mia categoria è  “Travel su lungo raggio” 🙂

Sul Food e sul Fashion sono una frana (mangio tanto ma non cucino), sul “Family” ci sto lavorando.

 

10) Nel tuo viaggio e nella tua valigia perfetta, non devono mai mancare… due cose imperdibili! Di cosa si tratta e perché?

  • Lo strumento per eccellenza del Blogger: lo smartphone, che ormai uso come macchina fotografica
  • Una buona guida (es. Lonely): il mio essere un’ “efficiente precisina” ancora non mi consente di muovermi a zonzo in una destinazione, senza un programma di massima

 

11) Quale sogno e quale viaggio vorresti si realizzasse nel 2019?

Se ripenso al 2018, devo dire che i miei “viaggi da fare una volta nella vita” e i miei sogni, dopo i Gorilla di Montagna, le Cascate Vittoria e il Nepal, si sono quasi tutti realizzati.

Ho ancora l’Aurora Boreale nella mia “wish list” e per quest’anno vorrei lavorare su un viaggio “interiore”: la formazione e il perseguimento dei miei obiettivi professionali.

 

I miei Travel Blogger italiani più solari: le mie nomination

So che alcuni di voi sono già stata nominati da altri e che probabilmente arrivo tardi. Chiedo scusa in anticipo, ma ho ritenuto opportuno comunque segnalare i “miei Top” e le persone con cui ho avuto più modo di interagire e/o che mi hanno colpito per la loro creatività, professionalità e gentilezza!

 

Marta di La Volta Che – Racconti di viaggio

Diana di La Globetrotter

Giulia di Viaggiare Low Cost – Giulia Raciti

Giorgia di La Valigia di Pimpi

Romina di RoMySpace

Elisa e Luca di Un viaggio infinite emozioni

Simonetta di Ritagli di Viaggio

Laura di 25esima ora

Monica di In Viaggio con Monica

Fiorella di Cronache di Viaggi

Elena di Milano Sguardi Inediti

 

Le mie domande per i Travel Blogger Italiani più solari

Ecco le domande che vi sottopongo. Sono curiosa di saperne un po’ di più! Ora la palla a Voi!

  1. Se dovessi raccontare il tuo blog in 5 righe, cosa diresti?
  2. Qual è la migliore colonna sonora per un viaggio?
  3. Come organizzi i tuoi viaggi? (da cosa ti fai ispirare nella scelta della meta, organizzi tutto fai da te o ti lasci guidare?)
  4. Qual è stata l’esperienza/il luogo più romantico in viaggio?
  5. Stai vivendo un momento di inquietudine e di cambiamento, quale destinazioni scegli per trovare ispirazione?
  6. Il tuo migliore amico/a è in crisi amorosa… che consiglio di viaggio gli/le dai?
  7. Successi da Blogger. Qual è la più grande soddisfazione raggiunta finora e qual è il più grande successo da Blogger che ti auguri?
  8. Quella volta che… sono stata deluso/a da una destinazione e un viaggio
  9. “Se fossi nato in un altro Paese/cultura sarei probabilmente ….” Quale Paese senti più affine?
  10. C’è una meta in cui sai già che non andrai mai e perché?
  11. Quali sono gli obiettivi personali e professionali che ti sei prefissato/a per questo 2019?… e in bocca al lupo per il loro raggiungimento!

Autore dell'articolo: Valeinviaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *