itinerario in barca in liguria

Idee per un week end in barca a vela in Liguria

Volete vedere il mare ligure da una prospettiva diversa? Siete stufi dei bambini vocianti sul bagnasciuga e di fare la lotta per trovare uno spazio per il vostro lettino? Un week end in barca a vela può offrirvi un’esperienza diversa: bagni al largo dove ci siete solo voi e il mare (e 6 o 7 persone dell’equipaggio) e possibilità comunque di sbarcare per godervi qualche borgo o una cena di pesce.

 

Per organizzare il week end in barca a vela perfetto e conoscere come noleggiare una barca, per avere consigli su come scegliere l’equipaggio (organizzarvi con un gruppo di amici storici o aggregarvi a un gruppo di sconosciuti?) e su cosa portate, anche in previsione del famigerato mal di mare, potete leggere maggiori informazioni qui.

 

Itinerario in Liguria

 

Qui vi racconto cosa potreste vedere durante il week end…. Alla fine sempre di viaggio e di scoperta si tratta.

 

Uno dei porti più grandi in Italia è quello di Lavagna. Raggiungibile in poco più di un’ora da Milano, molto probabilmente la vostra vacanza inizierà da qui, perché qui si concentrano molte compagnie di noleggio.

 

Da qui si aprono le possibilità di visite di alcune località del Golfo del Tigullio.

 

Paraggi

 

Imperdibile un bagno nella Baia placida ed esclusiva (lo si deduce dagli Yacht ancorati) di Paraggi.  I fondali qui sono ricchi di coralli, ma solo chi fa diving può ammirarli, visto che la baia è molto profonda.

 

Per chi ha voglia di sgranchirsi le gambe, da Paraggi parte una bella e facile passeggiata in mezzo ai boschi, che vi condurrà dritti dritti a Portofino, che si nasconde nella baietta successiva. In alternativa, potrete arrivarci in barca (sebbene venga chiesto il pagamento per l’attracco) o scendere con il tender (un piccolo gommone) se la vostra barca lo possiede.

 

 

Portofino

 

Portofino è incantevole e si merita l’aura di esclusività che si è conquistata negli anni. Ovviamente è tutto costoso. Per avere un gelato a un costo “umano”, dirigetevi nelle strade interne.

Quello che mi ha colpito dell’arrivo a Portofino sono i colori: oltre al blu del mare profondo e ai colori accesi delle case, è soprattutto il verde delle colline sovrastanti, forte e intenso, interrotto qui e là dal rosa delle Boungaville, a prevalere

La stessa sorpresa che ha colto lo scrittore Guy De Maupassant alla fine dell’Ottocento e che l’autore ha sicuramente saputo condensare con parole più poetiche delle mie:

Ed ecco, all’improvviso, scoprirsi un’insenatura nascosta, di ulivi e castani. Un piccolo villaggio, Portofino, si allarga come un arco di luna attorno a questo calmo bacino. Attraversiamo lentamente lo stretto passaggio che unisce al mare questo magnifico porto naturale, e ci addentriamo verso l’anfiteatro delle case, circondate da un bosco di un verde possente e fresco”

 

Per una vista dall’alto dell’insenatura, suggerisco di prendere la stradina che sale alla sinistra del porto e che porta alla Chiesa. Qui uno sperone di roccia consente da un lato di vedere il Paese e dall’altro di far spaziare lo sguardo sul mare aperto.

week end in barca

San Fruttuoso

 

Risaliti a bordo, se ci si sposta ancora di un altro anfratto, si arriva proprio di fronte all’Abbazia di San Fruttuoso, che è raggiungibile solo via mare o tramite sentieri dall’alto. Qui potrete scendere per fare una visita oppure mettere l’ancora nella baia e cercare un incontro ravvicinato con il Cristo degli Abissi. Se il mare è calmo e avete con voi una maschera e delle pinne, potete tentare di vedere le mani tese verso la superficie, a 15 metri di profondità.

week end in barca

Sestri Levante

 

Dopo questa giornata di mare e di bellezze, potrete tornare indietro verso Lavagna e proseguire oltre, per fermarvi davanti a Sestri Levante e scendere qui per una cena e un po’ di vita notturna.

Prima di immergervi nel budello, suggerisco una tappa al tramonto alla Baia del Silenzio. Per la sua conformazione, infatti, Sestri ha la peculiarità di affacciarsi su due Baie, una davanti alla città e, appunto, la Baia del Silenzio, nascosta dietro una fila di case.

Dove mangiare

Per una cena tipicamente ligure, a base di farinata, acciughe, polpo e muscoli ripieni, suggerisco la Trattoria Mattana, all’interno del budello (le vie interne strette e storiche), dal clima informale e chiassoso.

week end in barca

Info Pratiche

Da Lavagna, per raggiungere sia Portofino da un lato, sia Sestri dall’altro, impiegherete circa un’ora (a seconda delle condizioni del mare e del vento). Le brevi distanze ne fanno quindi un itinerario adatto a chi si appresta per la prima volta al mondo della vela.

 

Cosa ancora più interessante, lungo questi tragitti è facile essere accompagnati dai delfini, anche poco lontano dalla costa.

Buon vento!

 

Ps Grazie a Sara per le foto

Autore dell'articolo: Valeinviaggio