new york

Piccola guida ai quartieri di New York

I distretti (Boroughs) in cui è divisa ufficialmente New York sono cinque: Manhattan (il più piccolo, ma quello in cui si concentrano le principali attrazioni e muse), Brooklyn, Queens, Bronx e Staten Island.

quartieri_new_york

La maggior parte dei turisti spesso visitano solo il primo, o i primi due al massimo. In realtà, se si soggiorna in po’ di tempo nella Grande Mela, è interessante fare una capatina in ciascuno, per avere una visione più ampia e realistica della città.

 

Vediamoli uno a uno

 

Manhattan

 

E’ il cuore (turistico) della città.

Tutti i nomi noti di zone di New York, come Chelsea, Soho, Village, Chinatown, Harlem, sono aree/quartieri all’interno di questo Distretto.

Per questa ragione merita una Guida a Parte (che arriverà a breve).

Per iniziare (e per capire come muoversi in metropolitana visto che le direzioni delle linee sono indicate in questo modo) è bene sapere che il Distretto si può dividere verticalmente in tre parti:

 

  • Downtown (o Lower Manhattan), è la zona del Distretto Finanziario, di Wall Street e del Memoriale dell’11 settembre (sorto sulle ceneri delle Torri Gemelle)
  • Midtown, è la zona di Times Square, dove soggiornano prevalentemente i turisti
  • Uptown (o Upper Manhattan) è la zona da Central Park in su. E’ per un verso la zona residenziale dei grandi alberghi di lusso, dall’altra la zona che racchiude anche Harlem e le sue comunità etniche.

new york quartieri

 

Brooklyn

 

L’immensa Brooklyn, un tempo zona di criminalità e violenza, si sta aprendo ai turisti.

Sebbene rimangano dei quartieri a cui è meglio non avvicinarsi, vi sono, invece, alcune aree da non perdere.

Innanzitutto consiglio di attraversare il famoso ponte da Lower Manhattan verso Dumbo a Brooklyn. La passeggiata è piacevole, attraverso una pista ciclabile/pedonale, separata dalle auto. Impiegherete circa 30 minuti e potrete tornare poi in metro direttamente nel centro di Manhattan con le linee A,C,2,3.

La passeggiata sul ponte e poi dal lato opposto (c’è un bel tratto pedonale sul lungo fiume appena sotto il ponte) consente di ottenere degli ottimi scorci del ponte stesso e dello skyline di Manhattan.

dumbo brooklyn

Ecco i quartieri di Brooklyn di interesse;

 

Dumbo (Down under the Manhattan Bridge Overpass): quartiere gentrificato e diventato ormai costosissimo e di tendenza

Brooklyn Heights: quartiere lussuoso caratterizzato dalle tipiche casette a due piani, a mattoni, con scaletta davanti

Williamsburg, quartiere giovanile e Hipster, ricco di locali e ristoranti. A chi cerca di risparmiare per il soggiorno, considerando che i prezzi degli hotel a New York sono proibitivi, consiglio di cercare camere in condivisione su Airbnb proprio in questo quartiere (zona Bedford Avenue, che è l’arteria principale).

E’ a Brooklyn ma grazie alla linea L,  è a una sola fermata da Manhattan. Comodo quindi per i giri turistici del giorno e per trovare localini e bere qualcosa per la sera!

Coney Island, è il quartiere del famoso Luna Park cittadino che si affaccia sulla spiaggia, reso celebre dal film I Guerrieri della Notte. Qui pare abbiano inventato pure l’Hot Dog, provateli da Nathan’s. Arrivare a Coney Island da Manhattan in metropolitana vi porterà via quasi 1 ora.

 

 

Per gli altri Distretti, quelli più “insoliti”, guardate qui.

 

 

Autore dell'articolo: Valeinviaggio